A- A A+

"Torna al "TASSO" l'allievo americano”

       L’americano torna a scuola. Rivede i suoi banchi, i compagni di un tempo e decide di lasciare un segno di quella presenza che risale a più di settant'anni fa. Nasce così, nel nome dei ricordi dell'adolescenza, il premio annuale Aristide e Phyllis Laurenzi - per assicurare mille dollari ed un attestato agli allievi più meritevoli delle ultime classi liceali che abbiano meglio tradotto in inglese un brano latino. L'idea nacque un anno fa, quando Aristide e la moglie - genitori di una numerosa famiglia, forte di ben dieci figli - tornarono alle loro radici e a lui, laureato in lettere ma diventato nel New Jersey imprenditore di successo, fu affidato il compito di tenere agli ex Allievi del «Tasso» una conferenza nella quale raccontò quanto gli fosse stato utile il bagaglio di studi umanistici nella sua attività di impresa.     L'incontro faceva parte di un programma di orientamento nelle professioni destinato in particolare agli studenti del Liceo che si avviavano a scegliere una facoltà universitaria per il completamento del loro corso di studi, iniziativa che andrebbe riproposta per la sua validità e per il successo ottenuto.  «Fu una giornata memorabile - racconta l'avv. Roberto Mignone, Presidente della  Associazione ex-Allievi Liceo TASSO - che tutti gli intervenuti ricordano con grande commozione.  Laurenzi non aveva dimenticato nulla dei suoi studi, che erano stati tra l'altro brillantissimi, ed ascoltarlo fu un lungo delizioso momento».

   L'assegnazione del premio dell'anno 2003 avverrà sabato 31 maggio alle ore 11 nell'Aula Magna del glorioso Liceo di piazza San Francesco d'Assisi e verrà decisa da una commissione che - coordinata dal dirigente scolastico Prof. Vincenzo Della Fera - è composta dallo stesso Mignone, da Aristide Laurenzi e dai professori Carmençita Sorice, Marilena Provenza, Alessandra Ferraiolo e Roberto Ligrone, nonché da un nipote del donatore, Tullio Riccardo Laurenzi.

_____________________________________________________

    Continua intanto con successo l'attività dell'Associazione ex-Allievi Liceo TASSO che venerdì scorso ha organizzato nella sala rossa del Casino Sociale un concerto del quale è stato protagonista - insieme ad un clarinetto (Luigina Longo), un oboe (Antonio Rufo) e un trombone (Nicola Ferro) - Antonio D'Amato che proprio nel Liceo di Salerno ha compiuto i suoi studi e che ora è affermato pianista-compositore perfezionatesi presso l'Alta Scuola di Saluzzo.

Corriere del Mezzogiorno - 28 maggio 2003

Nicola Fruscione 

 

Seguono Le Foto Dell'Evento


 

{Loadgallery_wd gallery_type=thumbnails theme_id=1 gallery_id=1 sort_by=order order_by=asc show_search_box=0 search_box_width=180 image_column_number=5 images_per_page=30 image_title=none image_enable_page=1 thumb_width=180 thumb_height=90 thumb_click_action=undefined thumb_link_target=undefined popup_fullscreen=0 popup_autoplay=0 popup_width=800 popup_height=500 popup_type=fade popup_interval=5 popup_enable_filmstrip=1 popup_filmstrip_height=70 popup_enable_ctrl_btn=1 popup_enable_fullscreen=1 popup_enable_info=1 popup_info_always_show=0 popup_enable_rate=0 popup_enable_comment=1 popup_hit_counter=0 popup_enable_facebook=1 popup_enable_twitter=1 popup_enable_google=1 popup_enable_pinterest=0 popup_enable_tumblr=0 watermark_type=none}

COMUNICATO STAMPA

Alla cortese attenzione del Settore Cultura e Spettacolo

Lo splendido ambiente del Circolo Canottieri Irno ha fatto da cornice, sabato 27 settembre, al terzo raduno annuale con convivio dell’Associazione salernitana “ex-Allievi Liceo Tasso”.

Davanti ad un aperitivo e a gustosi piatti tipici della cucina campana, sono riaffiorati ricordi, emozioni ed anche progetti futuri. Vecchie e nuove generazioni si sono incontrate e confuse, dimostrando che, legati da un passato comune, è possibile stringere rapporti forti ed importanti.

Tanti i personaggi dell’ambiente salernitano che non hanno voluto mancare a quest’appuntamento, che si presenta come uno dei momenti clou della stagione. Alcuni di loro sono riusciti a trovare, tra un impegno e l’altro, almeno cinque minuti per prendere un aperitivo con i vecchi compagni di classe con i quali ricordare l’emozione unica del condividere le prime esperienze importanti della loro vita. Tra questi ex-allievi c’era, ad esempio, l’onorevole Guido Milanese che ha voluto sottolineare come questi momenti siano estremamente utili perché rappresentano un tuffo nel passato con una proiezione nel futuro. <<Ritrovare vecchi amici – ha detto - , con i quali si è condiviso il Liceo, uno dei pochi momenti in cui si riescono a stabilire rapporti basati solo sull’amicizia (dopo la vita si complica!), significa ritrovare le proprie radici. >>

Altro personaggio che non è passato inosservato all’occhio della stampa è stato l’Avvocato Rino Sica, docente di diritto istituzionale e d’impresa presso il Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione dell’Ateneo salernitano. <<Momenti come questo – ha dichiarato – sono di estremo interesse. Il Liceo Tasso, che, non dobbiamo dimenticare, può vantare di avere tra i suoi allievi buona parte della classe dirigente salernitana e non solo, è depositario di un patrimonio che andrebbe tutelato e valorizzato e che, occasioni del genere, possono contribuire a far circolare.>>

Tra i presenti, sicuramente, uno degli ex-allievi più “anziani” era il dott. Pasquale Acone - medico veterinario, diplomatosi nel lontano 1948, in piena ricostruzione. <<Quando si ha la mia età – ha detto con ironia – si sente la necessità di giornate come questa che favoriscono il rincontro e la socializzazione. I miei figli, anche loro diplomatisi al Liceo cittadino, non sentono ancora questo bisogno ma, con il tempo, capiranno l’importanza e la valenza di momenti come questo.>>

Sarebbe troppo lungo menzionare tutti coloro che hanno aderito all’iniziativa e che non hanno voluto rinunciare a metterne in rilievo l’utilità, ad esempio il dottor Vittorio Salemme, ex dirigente dell’ASL Salerno2, l’onorevole Giuseppe Amarante, il dirigente regionale del Fai, Riccardo Barela... L’importante è che la giornata abbia avuto successo e sia piaciuta a coloro che vi hanno partecipato. A tal proposito ha commentato il presidente dell’Associazione, l’Avvocato Roberto Mignone: <<Vedere il sorriso di tutti appaga per l’impegno profuso e invoglia per le successive attività.>>

Al termine del raduno i partecipanti hanno ricevuto in ricordo un grazioso piattino in ceramica realizzato dall’ex-allieva Mariella Siano, in arte Marsia e si sono dati appuntamento per il 12 ottobre. Infatti la prossima iniziativa dell’Associazione è una gita agli scavi archeologici di Buccino che si terrà proprio in quella data.

 Il Presidente                                                                                              Addetto Stampa

Avv. Roberto Mignone                                                                       Angela Caso (339/8012041)

Per ulteriori informazioni e per le foto del raduno, nonché per saperne di più sulla prossima iniziativa,  si può contattare l’addetto stampa al numero sopraindicato.

Articolo redazionale del Direttore Responsabile Dottor Corrado Caso, ex-Allievo

 

Nata in sordina è, ormai, una realtà importante, un'opportunità per condividere interessi culturali, una tradizione classico-liceale in associazione.

Gli ex-allievi del Liceo Ginnasio T. Tasso di Salerno con una programmazione intelligente si ritrovano lungo i percorsi della ricerca tra i sassi di Matera e gli ori di Buccino senza trascurare pause conviviali e di socializzazione.

Per molti di loro è stato un ritrovarsi e riprendere un discorso, apparentemente, interrotto negli anni ed al quale ha dato forma e opportunità il Presidente avvocato Roberto Mignone, coadiuvato dalla Vice Presidente prof. Maria Teresa Volpe Amarante, dalla Segretaria avv. Raffaella Albano.  Presidente Onorario il dirigente scolastico del Liceo Tasso prof. Vincenzo Della Fera.

L'Associazione che non ha fini di lucro, indipendente e apartitica ha sede presso il Liceo Ginnasio "T. Tasso" in piazza S. Francesco d'Assisi n. 1 Salerno. Si avvale di un sito Internet "www.exallievitasso.it" allestito e ben curato (si fa per dire...) dal collega dietologo Attilio Piegari e dalla giovanissima addetto-stampa sig.na Angela Caso.

 

CORRIERE  del  MEZZOGIORNO

di NICOLA FRUSCIONE -- 8 ottobre 2003

    Andranno per cantine gli ex allievi del Tasso accompagnandosi ai colleghi del Galdi di Cava dei Tirreni, con i quali hanno stretto un amicale sodalizio. La meta sono le grotte di San Gregorio Magno, secolari cantine scavate nella roccia e recentemente trasformate in una interessante passeggiata lungo una strada, in leggero pendio che, manco a dirlo, è stata chiamata la «Via di Bacco».

    Sarà la conclusione, perché no, allegra, di una domenica dedicata all'antica Volcei, un sito archeologico dove è incorso la realizzazione di un parco urbano che farà centro su Buccino e sarà spiegato in tutti i suoi dettagli, storici e urbanistici da Stefania Siano, ex allieva ed ora apprezzatissima archeologa.

    Sarà una giornata intensissima con partenza alle 8,30 dalla piazza antistante il liceo Tasso in piazza San Francesco, prima destinazione Buccino dove si visiterà anche la mostra «Lo scrigno della principessa», interessante raccolta di antiche testimonianze di un paese ricco, di memorie che gli abitanti non intendono che vadano disperse.

  Una sosta d'obbligo per il pranzo (libero) e poi alle 15 una dimostrazione di tecniche d'assaggio dell'olio d'oliva che rappresenta una delle cospicue produzioni agricole del territorio da parte di un'altra ex allieva, Sonia Gaudiosi, avvocato, ma anche esperta del settore.

   La conclusione sarà poi a San Gregario Magno ed un altro ex-allievo, il dottor Attilio Piegari, medico nutrizionista, illustrerà la cultura gregoriana del vino che da secoli ha avuto nelle grotte-cantine, diventate ora un'attrazione anche turistica, la sinergia tra produzione e mercato.  Sarà difficile per i visitatori sfuggire alle cortesi offerte dei gregoriani, che per tradizione antica mantengono aperte le loro piccole cantine nel giorno di festa e sono pronti a far assaggiare il loro buon vino in cambio di una semplice breve sosta. Un'esperienza comunque, diversa per molti al termine di una giornata che si preannunzia magari un po' faticosa ma ricca di scoperte e di nuove conoscenze.

Nicola Fruscione

CORRIERE  del  MEZZOGIORNO

di NICOLA FRUSCIONE -- 11 dicembre 2003

 Nell'affollato panorama di concerti che tra la fine di novembre ed il mese in corso stanno interessando gli amanti della musica "seria" nella nostra città l'incontro natalizio dell'Associazione ex-Allievi del Liceo Tasso si propone con un evento di eccezione.
  Sabato 27 al teatro Verdi saranno di scena i componenti del "Quatuor Terpsycordes" con un eccellente programma che comprende musiche di Schubert, Beethoven, Schumann e Wolf.
  Il quartetto è composto da Girolamo Bottiglieri (che è un ex allievo del nostro liceo), primo violino,  Raya Raytcheva, secondo violino,  Caroline Haas, viola e Francois Grin, violoncello.
  Creato a Ginevra nel 1997 si è formato al Conservatorio superiore di musica della città svizzera nella classe di Galbor Takàcs - Nagy dove ha ottenuto nel 2001 il premieri prix de virtuosità ed è stato ammesso a frequentare, nello stesso anno, il terzo ciclo di perfezionamento presso il Conservatorio nazionale di Parigi nella classe di Jean Moullère. Notizie queste che per i profani possono forse dir poco, ma che testimoniano del cammino percorso dal quartetto per il quale L'Express ha scritto in termini altamente elogiativi per sottolinearne l'impronta di grande sensibilità e precisione e il raro equilibrio sonoro raggiunto nell'esecuzione.
  Il "Quator Terpsycordes" ha al suo attivo una serie di significative presenze in tutte le più grandi città europee dove viene regolarmente invitato a partecipare a diverse masterclass tenute da artisti del livello di Sandor Devici, Milan Skampa, Franco Rossi, Walter Levin ed altri di pari livello interpretando il repertorio classico secondo gli insegnamenti di Florence Malgoire del centro di musica antica di Ginevra.
  Dopo numerose apparizioni televisive il quartetto sta preparando ora il suo primo disco per l'etichetta "Claves records" ed il sostegno dello Stato di Ginevra. Il concerto - al quale gli ex allievi del Tasso potranno partecipare prenotandosi presso la presidenza (089231383) entro il 18 dicembre - sarà seguito dal consueto brindisi natalizio che si svolgerà nella sala stampa del teatro ed al quale hanno assicurato la loro presenza i concertisti.

Nicola Fruscione

Sottocategorie