A- A A+

CORRIERE  del  MEZZOGIORNO

 

di NICOLA FRUSCIONE -- 28 dicembre 2004

 

Alto il profilo della manifestazione finale dell'attività dell'Associazione degli ex-Allievi del Liceo Tasso che ha invitato i suoi aderenti al brindisi consueto per domani sera (ore 18, salone di rappresentanza di Palazzo Sant'Agostino) presentando il CD edito dalla Claves che raccoglie brani di Robert Schumann eseguiti dal «Quator Terpsycordes» di cui è primo violino Girolamo Bottiglieri. Già allievo del maggiore e più glorioso istituto della città, Bottiglieri è ormai da anni impegnato in una carriera musicale che lo ha portato giovanissimo ai vertici delle capacità interpretative di livello internazionale e miglior dono non poteva fare alla sua città ed all'associazione di cui fa parte se non con una straordi­naria performance della quale sarà protagonista. Il programma della serata sarà infatti tra i più interessanti perché si svolgerà partendo dalla riproduzione di brani compresi nel nuovo cd con introduzione all'ascolto da parte dello stesso musicista che eseguirà dal vivo alcune esemplificazioni con il violino.

Una proiezione di immagini fotografiche relative alla seduta di registrazione svoltasi a Blumenstein in Svizzera nell'aprile di quest'anno consentirà di conoscere i modi ed i tempi di creazione di un cd sul quale Maurizio Cogliani, musicologo, Ciro Caliendo, liutaio e Olga Chieffi giornalista e critico musicale introdurranno una conversazione che impegnerà gli intervenuti ad un aperto dibattito, il Presidente dell'Associazione Avvocato Roberto Mignone aprirà la serata con un breve intervento, consuntivo dell'attività svolta, nel quale anticiperà anche i temi di quella prevista per l'anno a venire ricca di incontri culturali, di visite guidate in città d'arte e a siti archeologici e di altre iniziative tutte protese a mantenere inalterati e sempre più vivi i rapporti tra gli ex allievi del Tasso.

L'occasione servirà anche a rilanciare la campagna di adesioni all'associazione che, nell'arco dei pochi anni dalla sua costituzione, raccoglie un numero sempre maggiore di coloro che sui banchi del glorioso Liceo di piazza San Francesco hanno formato la loro personalità per presentarsi all'appuntamento con la vita con il bagaglio di una sicura e vasta preparazione umanistica e culturale.

Nicola Fruscione