A- A A+

CORRIERE  del  MEZZOGIORNO

di NICOLA FRUSCIONE -- 8 ottobre 2003

    Andranno per cantine gli ex allievi del Tasso accompagnandosi ai colleghi del Galdi di Cava dei Tirreni, con i quali hanno stretto un amicale sodalizio. La meta sono le grotte di San Gregorio Magno, secolari cantine scavate nella roccia e recentemente trasformate in una interessante passeggiata lungo una strada, in leggero pendio che, manco a dirlo, è stata chiamata la «Via di Bacco».

    Sarà la conclusione, perché no, allegra, di una domenica dedicata all'antica Volcei, un sito archeologico dove è incorso la realizzazione di un parco urbano che farà centro su Buccino e sarà spiegato in tutti i suoi dettagli, storici e urbanistici da Stefania Siano, ex allieva ed ora apprezzatissima archeologa.

    Sarà una giornata intensissima con partenza alle 8,30 dalla piazza antistante il liceo Tasso in piazza San Francesco, prima destinazione Buccino dove si visiterà anche la mostra «Lo scrigno della principessa», interessante raccolta di antiche testimonianze di un paese ricco, di memorie che gli abitanti non intendono che vadano disperse.

  Una sosta d'obbligo per il pranzo (libero) e poi alle 15 una dimostrazione di tecniche d'assaggio dell'olio d'oliva che rappresenta una delle cospicue produzioni agricole del territorio da parte di un'altra ex allieva, Sonia Gaudiosi, avvocato, ma anche esperta del settore.

   La conclusione sarà poi a San Gregario Magno ed un altro ex-allievo, il dottor Attilio Piegari, medico nutrizionista, illustrerà la cultura gregoriana del vino che da secoli ha avuto nelle grotte-cantine, diventate ora un'attrazione anche turistica, la sinergia tra produzione e mercato.  Sarà difficile per i visitatori sfuggire alle cortesi offerte dei gregoriani, che per tradizione antica mantengono aperte le loro piccole cantine nel giorno di festa e sono pronti a far assaggiare il loro buon vino in cambio di una semplice breve sosta. Un'esperienza comunque, diversa per molti al termine di una giornata che si preannunzia magari un po' faticosa ma ricca di scoperte e di nuove conoscenze.

Nicola Fruscione