A- A A+

la  Città  --  24 agosto 2004

  CONCESSIONI 

Ieri la decisione della Giunta

In piazza San Francesco niente chiosco

Dopo le proteste, dietro front del Comune

Il chiosco da piazza San Francesco dovrà sloggiare. Il Comune si è rimangiata la decisione assunta mesi fa ed ha annullato la parte del bando di gara che prevedeva l'assegnazione del suolo nella piazza cittadina. L'atto è stato deliberato ieri mattina dalla Giunta comunale. «Dopo una verifica puntuale dei presupposti tecnici, urbanistici e funzionali relativi all'installazione di tale struttura, la Giunta comunale - è scritto in un comunicato stampa diffuso ieri dal Comune - ha deciso, avendone constatato l'assoluta assenza, di annullare in regime di autotutela la parte del bando di gara che prevedeva l'assegnazione del suolo pubblico in piazza San Francesco. Tra l'altro - si specifica nel comunicato - la Giunta ha preso atto del piano di evacuazione del Liceo Tasso precedentemente non conosciuto dalla civica amministrazione».  Insomma, dopo le proteste dei cittadini per un chiosco che è un pugno nell'occhio, e quelle dei gestori del bar della zona che temevano la concorrenza della nuova struttura, il Comune è stato costretto a fare marcia indietro. In verità, all'inizio il chiosco non doveva essere installato davanti all'ingresso del Liceo, ma all'incrocio con via Carlo Alberto Alemagna. Poi stranamente è stato posizionato davanti al Tasso. Ora la Giunta comunale è corsa ai ripari e ha tolto piazza San Francesco dall'elenco dei luoghi in cui dovranno essere installati i chioschi. Come si ricorderà quella decisione fu assunta dal Consiglio comunale, partendo dalla considerazione che l'ente non riesce più a garantire il presidio di parchi, giardini e piazze cittadine. In cambio dell'instalazione dei chioschi, i concessionari devono anche garantire la pulizia e il decoro del luogo. Il discorso valeva e vale anche per piazza San Francesco, ma evidentemente si è a dir poco esagerato nel posizionare il chiosco e, di sicuro, è stata sbagliata la categoria merceologica.

(g. g.)